0

Il Giglio martagone

Il Giglio martagone

Un gradito contributo di Mario Palmieri

Il Giglio martagone è una caratteristica pianta dei prati montani, nonché degli arbusteti oltre il limite degli alberi. Generalmente, nelle regioni dove è presente, è una pianta protetta e ne è vietata la raccolta.

I fiori appariscenti e i vistosi tepali, elegantemente arricciati, fanno di questo giglio uno splendido ornamento; però la loro bellezza non deve trarre in inganno: infatti non si accompagna con un profumo particolarmente attraente, avendo un odore poco gradevole al limite del disgusto.

Molto simile al Giglio martagone è il Giglio bianco, introdotto in Italia dall’Asia occidentale. La sua bellezza affascinò gli antichi greci che lo ritennero di origine divina.

Nella iconografia cristiana compare come simbolo di purezza nelle mani di molti santi tra i quali Sant’Antonio e San Luigi Gonzaga