0

Cronache di Cravegna, Mozzio e Viceno dal 1895 al 1928

Sono disponibili le ultimissime copie del libro 

CRONACHE DI CRAVEGNA, MOZZIO E VICENO DAL 1895 ALLO SCIOGLIMENTO DEI COMUNI (1928)

La Ricerca, a cura di Umberto De Petri e presentata lo scorso 13 agosto presso la Casa Museo della Montagna, può essere richiesta contattando l’ indirizzo e-mail info@viceno.net e/o il numero 328 3249970 (G. Biancossi) 

Di seguito, un piccolissimo estratto che ci riguarda direttamente…


L’Ossola – n°33 del 19 agosto 1899

“Viceno – Con solennità si festeggiò la ricorrenza di S.Rocco il titolare della nostra chiesa e questo si deve al buon volere dei fabbricieri guidati dal Parroco. La musica di Mozzio partecipò alla cerimonia religiosa e rallegrò il paese in modo da meritare la lode generale, ed un elogio speciale al Direttore sig. Sala Remigio; ai giovani musicisti mandiamo una parola di incoraggiamento a studiare per perfezionarsi. A nome della società ringraziamo la signora maestra Mandarini ved. Biancossi per il buon servizio di provvigioni che seppe fare. Era ben tempo che anche il nostro paese figurasse sulla cronaca della valli e che la nostra voce dai piedi del gigantesco Cistella echeggiasse per un momento fra il coro cha da ogni valle si innalza a manifestare la propria vita.”

Il Popolo dell’Ossola – n°2 del 9 gennaio 1914

Viceno – Fa bella mostra di se sull’ingresso del paese e in posizione amena il nuovo palazzo, degna sede del Municipio e delle Scuole, e prova una volta di più che davvero l’unione fa la forza, e che quando si è uniti per un’opera buona si sanno superare le difficoltà, e si può riportare ragione di insinuazioni e anche di mene segrete”

L’Ossola – n°25 del 17 giugno 1916

Viceno – Un raccordo stradale con Cravegna ? – Si vocifera che le persone autorevoli di questo Comune in vista della nuova strada carrozzabile Baceno-Cravegna, intendono esperire pratiche per il raccordo Viceno-Cravegna. Sarebbe ciò una vera fortuna per tutti i paeselli circostanti che si vedrebbero aumentati i loro commerci, e sviluppata l’industria del forestiero.”

Il Popolo dell’Ossola – n°26 del 30 giugno 1922

“Viceno – Inaugurazione del ricordo ai Caduti – Fra le piccole terre italiane Viceno è certo quella che proporzionalmente ha contribuito con maggior numero di Caduti alla grandezza della Patria. Su circa cento abitanti ben cinque suoi figli hanno fatto generoso sacrificio di lor giovane vita…”